Cos’è il disaccoppiamento consapevole
07/02/2019
Perché nasce il desiderio di tradire
25/02/2019

Dopo aver scritto articoli specifici su come si comporta l’amante narcisista, quali sono le sue trappole per farvi cadere nell’illusione di un grande amore vero che in realtà non esiste e che presto rivelerà tutti gli aspetti più negativi e meschini, come tradisce e come vi abbandona lasciandovi senza una spiegazione e senza un motivo valido, per poi ritornare a riprendervi in giro, perché la sua finalità è quella, voglio ora dare alcuni consigli su cosa fare nel caso siate state tradite.

Nel caso abbiate avuto a che fare con un narcisista il tradimento da lui preferito non è solo quello fisico derivante da una frequentazione personale, ma soprattutto quella virtuale attraverso i social, ambito dove egli può esprimere al massimo la falsità del suo ego.

E vi assicuro che riconoscere un narcisista sui social è abbastanza facile, in quando mette in atto gli aspetti del suo modo di essere che più lo caratterizzano.

Ma cosa fare quando avete subito un tradimento o più tradimenti, o quando gli indizi sono talmente tanti e concordanti che le sue menzogne non riescono più a coprire la realtà dei fatti e che cioè egli, oltre a voi, con tutta tranquillità porta avanti storie vecchie e nuove e mille amori virtuali, mentendovi spudoratamente che ama e frequenta solo voi.

La prima cosa da fare è sicuramente smetterei credere alle menzogne soprattutto a quelle che sono palesemente delle prese in giro alla vostra intelligenza e capacità di comprensione del mutamento del suo comportamento nei vostri confronti.

Smettere di fomentare le sue bugie è già metterlo davanti ai fatti, ma soprattutto fa bene a voi perché vi permette, finalmente, di vedere chiaramente chi è la persona che vi sta giurando amore eterno mentre si diletta a reperire fans ed amanti senza il minimo ritegno e senza alcun rispetto nei vostri confronti.

Ma il tradimento non viene soltanto dai single narcisisti, non dimenticate che anche un narcisista sposato tradisce la moglie con voi e tradisce voi con mille altre storie, e di sicuro, nonostante le tante promesse, magari prolungate per anni, di abbandonare la moglie per stare finalmente con voi, che a suo dire siete l’unica donna che ama, non lo farà mai, raccontando le scuse più banali che col tempo diventano sempre più assurde ma sempre le stesse, bugie, bugie ed ancora bugie.

 

Come riconoscere se lui vi tradisce

 

Nelle coppie che si sono stabilizzate da poco il tradimento si riconosce solo da atteggiamenti chiaramente inequivoci, lampanti, che non lasciano scampo a dubbi e che solitamente consistono in prove di contatti amorosi con altre donne, attraverso messaggini, oggetti femminili che non sono vostri e nemmeno rivolti a voi, assenze ingiustificate ma che poi scoprite essere i momenti di evasione della nuova avventura.

Nelle coppie più consolidate dal tempo sono altri indizi, meno chiari ma altrettanto efficaci nel non lasciare dubbi sulle intenzioni del partner, che possono confermare, e quindi anticipare, il sospetto e la prova prima che sia palesemente evidente, perché il cambiamento di certe vecchie abitudini ed atteggiamenti nuovi possono nasconde il tradimento con un’altra persona.

Le coppie durature hanno ormai consolidato le loro abitudini con una quotidianità fatta di modalità, tempi e disponibilità ormai radicati, stili di vita che si ripetono spesso monotonamente, modalità organizzative del menage famigliare invariato da anni, aspetti del quotidiano ormai soliti, ripetuti, abitudinari, noiosi ma costanti, qualunque cosa succeda.

Quando questi aspetti vengono a mutare, si inseriscono atteggiamenti e comportamenti nuovi, ingiustificati, non consoni al quotidiano menage famigliare e lavorativo, il più delle volte nascondono dei segreti sospettabili e riconducibili a dei tradimenti, effettivi o virtuali (ma sempre di tradimento si tratta!) che il partner per ovvi motivi non vuole rivelare, ma che ovviamente per essere portati avanti richiedono tempo e disponibilità che ovviamente viene tolta alla routine quotidiana.

Il cambiamento, quando ormai conoscete bene sia la personalità ed il modo di essere del vostro partner e le sue abitudini è sempre il sintomo per eccellenza che qualcosa è cambiato nella testa e nell’animo del vostro compagno/a.

Come prima cosa deve essere esclusa una motivazione giustificativa del cambiamento nell’atteggiamento e nelle abitudini del partner, come per esempio un nuovo lavoro, incarichi nuovi che richiedono una diversa organizzazione temporale, nuove amicizie ed interessi, che nulla hanno a che vedere col tradimento, come per esempio ritrovarsi con degli amici.

Un evento stressante o doloroso che ha inciso sul partner in maniera significativa e che richiede del tempo per essere seguito oppure il dolore che distrae momentaneamente ma che nell’arco di un certo periodo di tempo, non troppo lungo, deve però rientrare nella normalità.

Altro sintomo lapalissiano sulle avventure celate è il bisogno nuovo e mai manifestato prima di aver bisogno di privacy, di momenti in cui non desidera essere disturbato ed una possessività eccessiva del suo cellulare.

Ricordatevi sempre che i primi segnali di un innamoramento extraconiugale o extracoppia nasce attraverso la comunicazione telefonica: messaggi subito cancellati, telefonate fatte chiuse in bagno facendo scorrere l’acqua per celare la voce, agitazioni improvvise quando squilla il telefono, password e accessi bloccati sia sul cellulare che sul computer.

Inoltre una particolare cura del corpo, l’uso di un profumo nuovo o mai usato prima, una particolare attenzione alla propria avvenenza che viene valorizzata con maggiore attenzione ed investimento di tempo, sempre che l’esteta non fosse fissato in tal senso anche prima, ma voi che lo conoscete da tempo riuscite a notare anche il minimo cambiamento.

Inoltre viene meno il desiderio di avere dei rapporti sessuali, questo perché il nuovo amore assorbe tutta la sessualità del fedifrago/a  ed il desiderio di avere rapporti, che con voi diventeranno sempre più rari e sbrigativi, magari a luci spente, cosa che consente all’infedele di immaginare di avere tra le braccia qualcun altro/a.

 

Come affrontare il tradimento

 

 

Non esiste un solo modo valido per affrontare questa situazione perché dipende da molte variabili: da quanto tempo state insieme, quanto è radicato il vostro rapporto, se ci sono dei figli e quando siete disposte a perdonare se si tratta di una sola scappatella.

Prima di ogni azione avventata valutate bene le conseguenze e quanto siete disposte a rinunciare o cambiare la vostra vita e quanto amate il vostro partner.

Importante sarebbe capire come mai il vostro compagno/a ha sentito il desiderio di rivolgersi a qualcun altro/a per avere ciò che il rapporto ormai non gli dava più.

In tale caso è opportuno fare anche un esame di coscienza e capire quanto abbiano inciso delle vostre corresponsabilità, in tal caso prendetene atto e pensate che nella medesima situazione, patento le stesse mancanze, forse anche voi avreste agito nello stesso modo, cercando altrove attenzione, considerazione ed affetto che ormai nella vostra coppia si era spento o aveva perso di passionalità.

Dopo questa auto analisi potete procedere col considerare le varie opzioni che il futuro vi riserva, ed in tali casi si tratta sempre di due possibili soluzioni: o parlarsi, cercare di capire, accettare lo sbaglio dell’altro/a e quindi ripartire con una nuova consapevolezza che il rapporto si è salvato grazie al profondo sentimento che vi lega e che è stato in grado di farvi superare la crisi.

Oppure capire che il vostro rapporto ormai è alla fine, o forse lo era da tempo, e che quindi non c’erano più gli stessi fattori leganti che vi hanno unito nel passato, quindi optare per una scelta consapevole e dare atto che la vostra storia è arrivata al capolinea, e trascinarla ulteriormente farebbe soltanto del male ad entrambi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *