Corso di grafologia peritale forense

Corso di grafologia personalizzata
15/05/2018
WorkCoaching: sopravvivere ad un narcisista/manipolatore
24/08/2018

Solitamente nelle scuole si insegna un corso peritale, seguendo i criteri della scuola di appartenenza, che presenta diverse lacune quando poi il corsista deve svolgere il lavoro di Consulente Tecnico per la Parte, il cosiddetto CTP, o il Consulente Tecnico nominato d’Ufficio, chiamato CTU, quando la nomina avviene dall’interno direttamente dal Giudice e scegliendo l’incaricato tra i nominativi di un apposito elenco dei professionisti che si mettono a disposizione della causa per la sua risoluzione.

Innanzitutto la maggior parte di essi superano il corso senza avere una adeguata preparazione, quindi necessitano di un tirocinio, di un affiancamento di un perito esperto, il quale comporta non solo dei costi ulteriori, che non avrebbero motivo di essere, visto il superamento del corso dovrebbe già consentire loro la piena operatività, altrimenti è chiaro che il corso è mediocre e non è sufficiente (come spesso la scuola stessa) per la formazione integrate e che consente immediata autonomia di esercizio.

Tali metodiche di insegnamento ridotto o non adeguato inseguono ben altro interesse che è quello di alimentare le casse della scuola creando una sorta di dipendenza del corsista con la scuola stessa (data la mancanza di sicurezza e la preparazione di piena competenza), e questo è l’intento principale di creare corsisti impreparati o di farli sentire tali all’infinito, in modo che non diventino mai dei reali concorrenti sul mercato, perfettamente autonomi ed indipendenti come professionisti, cioè in grado di fare il lavoro per cui il corso è stato seguito.

Sappiate che se il vostro intento è quello di fare perizie in Tribunale, in ogni tribunale ci sono talmente tante cause relative alla contestazione di scritti e di firme da non far mai mancare il lavoro né ai professionisti che si inseriscono nelle liste dei consulenti di Ufficio, né per chi sceglie di esercitare soltanto la Consulenza di Parte.

Il secondo errore prevalente delle scuole è di dare un’impostazione formativa fortemente legata a delle diciture ed un linguaggio incomprensibile spesso anche agli altri grafologi, questa condizione è sfavorente la posizione del perito che non solo non sarà compreso dal suo cliente, dalle parti in causa dagli avvocati e tantomeno dal Giudice, che ometterà la lettura di una consulenza noiosa, prolissa ed incomprensibile per leggere soltanto le conclusioni.

In tal modo però nessuno ha compreso e potuto valutare la validità e la bontà della consulenza eseguita, delle indicazioni a sostegno della tesi che rimarranno un mistero ignoto, il più delle volte, anche al suo redattore.

Le cause non si vincono creando confusione e rendendosi incomprensibili, anzi, si ottiene l’effetto contrario, una perizia fatta con un linguaggio comprensibile mette tutti nelle condizioni di poterla giudicare, valutare e di considerarla ai fini delle decisione del Tribunale.

Un ultimo errore insegnato dalla maggioranza delle scuole, mi duole dirlo, è quello di insegnare ad usare termini dubbi, che danno adito ad incomprensioni ed una mancanza di sicurezza oltre che di certezza su quello che si va a valutare.

In tal caso si dimentica che la perizia ha proprio il compito essenziale e prioritario di essere chiara e di estirpare ogni dubbio sulla linea presa in considerazione, comprovata con elementi di certezza in ogni suo punto.

Lasciare spazio al dubbio comporta non solo l’inutilità della perizia e del lavoro fatto, ma è fondamentalmente la prova lampante dell’incapacità del professionista grafologico ad arrivare a delle conclusioni che siano effettive, certe ed inconfutabili

Tutto questo per indicare che una perizia estimativa deve essere fatta con un linguaggio semplice, comprensibile a chiunque e basarsi su questioni oggettive indiscutibili, assodate, indubbie ed innegabili.

Solo in tal modo si rende al cliente ed alla causa un servizio eccellente e non mediocre.

 

 

Le finalità del Corso Peritale

 

 

Il Corso di Specializzazione in Grafologia Peritale Forense o Giudiziaria nasce con l’obiettivo di consentire ai partecipanti di acquisire la competenza necessaria per esercitare attività professionale nel delicato settore della Grafologia Giudiziaria presso i Tribunali, e non solo, per creare delle perizia asseverative, per fornire delle certezze in merito a delle questioni di contestabilità od incertezza sulla effettiva paternità di uno scritto o di una firma, valide ed utilizzabili in qualunque ambiente, spesso proprio per evitare che vengano avviate delle cause giudiziarie, lunghe costose e spesso fuorvianti, non è infatti certo che chi ha ragione e merita giustizia ottenga soddisfazione dalla decisione del giudicante.

Per potersi iscrivere al corso occorre avere delle basi conoscitive della materia derivanti da un corso triennale o un corso paritetico che consente una adeguata conoscenza della disciplina, come ad esempio un corso di grafologia già presente nei servizi forniti da questo studio, addirittura indicato come Corso di grafologia ad Personam per indicare le possibili varianti applicative e formative a cui si adatta in virtù delle esigenze del corsista.

Ovviamente per poter accedere al corso peritale il corso di grafologia di base deve essere svolto nella maniera più completa possibile onde infondere le conoscenze basilari della grafologia, inoltre è richiesto per l’ammissione, un Diploma di Scuola Media Superiore o un Diploma di Laurea compatibile.

 

 

La didattica

 

 

Il Corso di Specializzazione in Grafologia Forense, si basa sul metodo grafonomico e grafodiagnostico, rilevando altresì non solo i tratti ed i segni che differiscono dalle scritture comparate ma effettuando anche una personalizzazione dello scrivente attraverso le valutazioni psicologiche che emergono dai saggi grafici a disposizione.

Il metodo grafonomico deriva dal greco: graphos (grafia, scrittura, gesto grafico), nomos (legge, ordine) ed è una metodologia che impone delle regole scientifiche corrette ai fini della comparazione e del confronto finale, pertanto tale metodo esprime la sua massima efficacia se unito al metodo grafodiagnostico, che invece è diretto ad evidenziare le particolarità personali dello scrivente per poterne dedurre anche una valutazione psicologica, caratteriale, di temperamento, di modalità di approccio con sé stesso, col suo vissuto e con gli altri, insomma tutto ciò che ci identifica ed allo stesso tempo ci contraddistingue dagli altri.

Quindi si tratta di una doppia perizia estimativa sulla personalità e sulla psicologia dello scritto e una valutazione riguardante i meri segni grafologici che combaciano o differiscono dalle scritture offerte in comparazione.

Il corso inoltre oltre che essere effettuato in modalità frontale può essere seguito anche online, consentendo al corsista tutti i benefici dello svincolo ad orari e tempistiche delle lezioni effettuate in aula.

Sia nel caso che della modalità frontale che in quella online la didattica viene eseguita attraverso un costante e continuo controllo sia della comprensione delle materia che di tutte le questioni annesse, con esercitazioni che consentono di  valutare le  capacità e l’attitudine del corsista al superamento del corso, alla fine del quale viene rilasciato un attestato valido ai fini curriculari e carri eristici.

 

 

 

Le materie del corso

 

 

Il corso avrà modo di approfondire tutti i seguenti aspetti.

  • Conoscenza delle forme che sia in sede penale che in sede civile possano rilevare ai fini della punibilità dell’autore dello scritto esaminato o la sua esclusione per la sussistenza di causa che rilevano una deficienza grave o totale della capacità di intendere e volere.
  • Scrittura spontanea e scrittura artificiosa – Tipologie di falso – Imitazione e dissimulazione
  • Scritture in corsivo e in stampatello – Firme e sigle – Cifre
  • Scritture murali – Dattiloscritture – Videoscritture e stampanti
  • Testamenti e lettere anonime – Mano guidata
  • Capacità di intendere e volere – Incidenza delle patologie nella scrittura
  • Identificazione delle eventuali disgrafie che compromettono il sistema nervoso e ne attestano la possibile sussistenza della non piena capacità di intendere e volere, o una capacità fortemente scemata.
  • Criteri di scelta e acquisizione delle scritture di comparazione – il saggio grafico
  • Esame e Analisi strumentale dei documenti: Carta e mezzi scrittori, Lenti d’ingrandimento, Microscopio, macro e microfotografia, IR e UV, Scanner
  • Il ruolo del C.T.U. e C.T.P., nozioni legislative e differenze tra ambito penale e civile – Fondamenti di etica professionale: Codice deontologico.
  • Impostazione di una relazione tecnica d’ufficio – Redazione delle controdeduzioni – Impostazione di una relazione tecnica di parte
  • Diverse simulazioni di incarico, inizio operazioni, visione documenti e stesura dei verbali – Simulazione di una testimonianza – Cross-examination
  • Diverse esercitazione sulla stesura di una adeguata perizia giudiziaria.

 

 

Il costo del corso

 

 

Il costo del corso è di € 800,00, IVA compresa, e deve essere versato mediante bonifico bancario alle seguenti coordinate presso la Banca UBIBanca di Brescia attraverso il seguente codice IBAN:

 

IT66X0311111290000000001251

 

La causale da indicare è : corso di grafologia peritale.

Il momento del versamento indica anche l’inizio dell’iscrizione, ai fini fiscali e per i consenti richiesti dalla legge, dovranno essere inoltre compilati e firmati i moduli preformati e rinviati via mail attraverso una scansione o una fotografia da cellulare, quel che conta è che siano ben visibili i dati personali, il codice fiscale o la partita IVA e la firma.

Il costo del corso può essere suddiviso un 2 o 3 rate così ripartite: l’acconto deve essere versato al momento dell’iscrizione a cui seguirà l’invio del primo modulo formativo o della prima lezione, mentre i successivi versamenti devono essere eseguiti prima delle lezioni successive o l’invio dei moduli successivi.



Per qualunque informazione, chiarimento o precisazione potete contattare la sottoscritta docente ai seguenti recapiti:

 

 info@marilenacremaschini.it

 

329.3043027

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *