Il narcisista sposato

Studio del testo e della firma di una scrittura
06/01/2018

Dopo aver analizzato il narcisista come amante, le tecniche di raggiro per manipolare la vittima, come tradisce un narcisista e le modalità crudeli dell’abbandono, di come imposta il suo ruolo di genitore ora vorrei parlare del narcisista che sceglie di sposarsi.

Il matrimonio non cambia il narcisista, gli permette solo di avere una moglie, che gli fa comodamente e gratuitamente da serva, aiutante anche nel lavoro, gli procura un luogo di serenità famigliare, un’apparenza socialmente apprezzata, ma non cambia la sua essenza.

Non illudetevi uomini e donne che una persona narcisista che decide di sposarsi è una persona che intende redimersi, niente di più illusorio, egli cerca un nido comodo, ordinato e pulito dove rifugiarsi per continuare ad essere quello che è l’amate incondizionato di se stesso, sempre bisognoso di molte donne intorno per sentirsi gratificato come uomo.

Il narcisista che ha deciso di sposarsi non ha finalmente deciso di mettere la testa a posto, semplicemente ha deciso di vivere in una quiete famigliare, con quelle sicurezze, comodità ed affidabilità del coniuge, tra l’altro duratura o con un impegno della controparte in tal senso, che soltanto una famiglia consente, soprattutto agli uomini solitamente incapaci di vivere da soli e di essere perfetti single in tutto (raramente infatti lo sono e nella maggior parte dei casi mantengono un legame con la famiglia e soprattutto con la madre che permette loro di non  rompere il cordone ombelicale che li alimenta e li accudisce, non diventando però, in tal modo, realmente indipendenti).

Il narciso sposato può vivere serenamente nell’alveo famigliare con moglie e  figli e, contemporaneamente, mantenere una o più relazioni al di fuori del matrimonio senza apparire minimamente stressato.

Le sue capacità di mentire al volo, di convincere tutte le parti coinvolte (sopratutto il coniuge) che le sue soluzioni sono sempre all’avanguardia e di esserci, metaforicamente, in due posti contemporaneamente, sono insuperabili e lo mettono in un livello patologico al di sopra del tipico narcisista.

 

Le modalità di approccio del narciso sposato

 

Queste sono sommariamente le modalità di approccio e lo stile di vita improntato generalmente dall’uomo narcisista che ha scelto di sposarsi:

  1. Un narcisista sposato in genere,  ma non sempre, fa il predatore online per riuscire a gestire più rapporti extra coniugali a lunga distanza. Crea profili in numerosi siti di incontri, di solito mettendo lo stato civile divorziato o separato (quando, ovviamente, non lo è);
  2. Un narcisista sposato in genere ostenta un buon livello economico, anche se la realtà è totalmente opposta (in quanto spesso il narcisista si accasa per avere quella stabilità economica che a lui manca) il che significa svolgere un lavoro che gli garantisce buone entrate e una vita da benestante. Il più delle volte è nel minimo autosufficiente economicamente, se non un disoccupato mai alla ricerca di un lavoro stabile, meglio farsi mantenere dalle sue tante amanti inventando sempre storie strappalacrime che stimolano l’indole da crocerossina materna delle donne.
  3. Il modello di love bombing del narcisista sposato è sempre molto più intenso del narcisista tipico, semplicemente perché egli sa che il tempo gioca a suo sfavore. Se fa presto a far innamorare la preda, essa avrà meno possibilità di scoprire che il suo matrimonio va a gonfie vele. È così che previene gli abbandoni e la fine della relazione. Come ogni altro narcisista, il gioco finale è sempre quello di allontanarsi dalla preda con uno stratagemma, uno qualsiasi, per quanto sia possibile. Alcune donne sono state coinvolte con narcisisti sposati, accettando il ruolo di amanti per lunghissimi periodi per non dire molti anni, una vita passata a rincorrere l’illusione che un giorno il narciso avrebbe finalmente lasciato la moglia per sposare la sua unica donna, a suo dire ovviamente, nel frattempo la vita passa e le donne non più giovani si ritrovano col terrore di non potersi più rifare una vita da sposate con un altro uomo, quindi perpetuano in eterno un’illusione che conoscono sin dal principio.
  4. Solitamente le nuove prede non sospettano che il narcisista sia sposato in quanto egli si mette nella condizione di avere ampia disponibilità di tempo da dedicare alla nuova amante, trascurando moglie e quelle ormai vecchie di amanti, che sa avere sotto il suo pieno controllo, il tutto grazie a quella rete di falsità che riesce a gestire da vero maestro.
  5. Un narcisista si sposa per molte ragioni, ma il motivo principale è che il matrimonio con una donna meravigliosa è ottimo per le apparenze, inoltre lo fa sentire, quando gli fa comodo,  come se davvero fosse un uomo normale. Le novità, però, diventano vecchie per queste persone, alla velocità della luce. C’è da dire, tuttavia, che raramente i narcisisti sposati sono disposti a porre fine ai loro matrimoni, questo perché si sentono giustificati ad avere tutto.
  6. Quando riesce a fare coppia con l’amante/preda a lungo termine, ma ad un certo punto questa viene a sapere della sua condizione di sposato, cosa che accade sempre!, il narcisista semplicemente spiega di aver appena presentato istanza di divorzio nell’esatto momento in cui l’ha conosciuta e che è stata la relazione ad averlo distratto dal percorso di recupero della crisi famigliare che stava facendo, o una qualsiasi altra frottola che possa giustificare il fatto che la sua condizione è totalmente temporanea ed in via di definizione con una separazione o divorzio. Può addirittura capitare che davanti alla scenata di rabbia dell’amante che si è sentita presa in giro le darà pure ragione, assecondando la sua rabbia ed autoaccusandosi in modo da convincerla di quanto sia reale il suo pentimento e l’intenzione di lasciare presto la moglie. A quel punto ogni giustificazione della fine del suo matrimonio ovviamente ricadrà sulla pazzia della moglie, sul suo comportamento impossibile, in modo da giustificare la prosecuzione della convivenza matrimoniale solo per il bene dei figli e per l’amore che prova per loro ed il desiderio di non farli soffrire.
  7. La verità è che la moglie fa la stessa vita dell’amante: una vita piena di sospetti, di trattamento del silenzio e qualche futuro progetto bugiardo che non prenderà mai avvio. Se il narcisista è particolarmente patologico, può anche, solo per divertimento, deliberatamente triangolare con entrambe le donne, cioè portarle a conoscenza l’una dall’altra, divertendosi della guerra che entrambe le donne avvieranno per avere il loro uomo che intanto si gratifica sul trono come un re sta nel suo harem.

Le storie che trovo particolarmente dolorose sono quelle i cui i narcisisti sposati riescono a convincere le loro amanti di lunga durata a trasferirsi nella città in cui vive, lasciando la loro casa originaria, il loro lavoro e le loro amicizie per seguire il sogno di un amore inesistente.

Questo stravolgere la vita degli altri senza sentirsi minimamente in colpa da la contezza del disinteresse, del menefreghismo e della crudeltà dei narcisisti, che non fanno che pensare alle loro comodità, avere le amanti vicine significa doversi impegnare di meno tra i vari spostamenti, quindi è un pura scelta coartata per fini opportunistici, nient’altro.

18 Comments

  1. Ciripi ha detto:

    Assolutamente vero e vissuto!

    • Mi dispiace, a volte capitano quelle batoste che ti segnano per la vita, ma come ogni cosa negativa ti avrà insegnato molto.
      Mi fa piacere che ne parli al passato, tu sei quindi una speranza ed una testimonianza concreta che da tali sgradevoli situazioni si può rinascere e ricominciare a vivere, spero tanto tu ora sia felice con qualcuno che ti merita realmente.
      Marilena

  2. Maya ha detto:

    Mi sono ritrovata in quello che ho letto nel suo articolo. Purtroppo nn ne sono ancora uscita per motivi personali importanti. Ho capito tardi che forse si trattava di un problema cosi grave. Sto cercando di aiutarmi da sola e di recuperare. Ed è molto faticoso.
    Grazie

    • Capisco benissimo e so quanto è difficile un percorso del genere, ma non demordere, vedrai che ce la farai.
      Se vuoi il mio aiuto, che tra oltretutto presto prevalentemente con un counseling online, cioè via mail, comodo, molto economico ma ancor di più efficace.
      Se tu fossi interessata contattami via mail, diversamente ti auguro di uscire presto dal tuo incubo e ritrovare una serenità interiore.
      Marilena

  3. Denise ha detto:

    Il problema vero, per me, rimane uno solo: come riuscire a sconfiggere tutte le paure e cominciare a lottare per liberarsi dall’intricata tela tessuta da un narcisista?

    • Tutto è possibile attuando le giuste modalità, che vanno a cambiare quelle abitudini mentali che creano dipendenza in una persona, o meglio nell’illusione di amore che ha fatto scaturire quella persona.
      Se vuole provare il mio aiuto, che le assicuro essere estremamente economico, mi contatti via mail e vedrà che una soluzione si trova anche al suo problema.
      la mail è inf@marilenacremaschini.it
      Spero di sentirla presto
      Marilena

  4. sara ha detto:

    Può accadere che tutto ciò si manifesti solo via chat o telefonate o messaggi vocali, per un tempo assai lungo, anche per anni?
    e in cui magari il narcisista alterna momenti di gratificazione ad altri di svalutazione e di allontanamento in cui ritorna sempre e momenti in cui programma un incontro che per motivo o per l’altro annulla sempre all’ultimo momento dopo aver passato settimane a chiederlo ogni secondo o ad arrabbiarsi se non può avvenire ?
    E quando doveva disdire l’appuntamento inventava scuse evidentemente non plausibili al cui commento incredulo da parte mia rispondeva chiudendo i ponti con un “pensa quello che vuoi”.
    Attualmente dopo avermi pregata per mesi per vederci, il giorno in cui gli ho detto che volevo davvero incontrarlo mi ha detto che lui non voleva più,che non voleva piu neppure scrivermi e che se anche avessi voluto contattarlo non mi avrebbe più risposto..ovviamente da un momento all’altro. Ovviamente èritornato ma centellinando asuo piacimento messaggi, vocali ed indicazioni su dove si trova e non rispondendo se non ritiene opportuno ai miei.Ha le caratteristiche di un narcisista?

    • Ogni persona cara Sara ha un suo modo personale di agire e di comportarsi, pertanto non solo le singole azioni a fare un narcisista ma un insieme di condizioni, atteggiamenti, comportamenti, attacchi, manipolazioni, ditruzione dell’atrui considerazione, stima e valore, distruzione dell’affidabilità, confusione, contraddizione, scaricare sempre la colpa sull’altro e giocare col suo senso di colpa…. alla fine sono tutti aspetti che possono determinare un narcisista.
      Ma attente a non confondere quello che l’altro è inesorabilmente, e che non cambierà mai, che farebbe comunque con chiunque, con quello che noi gli consentiamo di fare a noi stesse e con la nostra vita, ed è su quest’ultimo aspetto che occorre lavorare per liberarsi dall’inganno che prima incanta, poi inganna ed infine crudelmente colpisce.
      Ogni narcisista, egoista, manipolatore, anaffettivo, immaturo, bugiardo, traditore fa lo fa sempre con un suo modo personale, che ha acquisito da anni e che perpetua sempre con ogni nuovo incontro.
      Imparare a diffidare da tali atteggiamenti e a tenervi lontane prima di farvi coivolgere ed incantare da pura illusione che lascerà solo uno strascico di sofferenza è la vosra unica arma di salvezza da una sofferenza che vi seguirà per troppo tempo, per voi non per lui che è già nelle braccia di un’altra.
      Marilena

    • Cinzia ha detto:

      Sembra tu stia parlando della stessa persona che ho avuto la sfortuna di incontrare anni fa, ma come dice giustamente la dottoressa Cremaschini il punto è: quello che noi permettiamo !! Io da quella brutta vicenda ho imparato che se noi operiamo sempre compulsivamente le stesse azioni, lo stesso modo di pensare….otterremo sempre gli stessi nefasti e devastanti risultati. Sembra pazzesco ma in qualche modo il mio narcisista anche se lui non lo saprà mai….lo ringrazio perfino, perché unitamente alla mia granitica resilienza mi ha permesso di fare la conoscenza di me stessa, e di provare …almeno provare a riparare tutte le voragini che la mia famiglia ha lasciato a quella bambina adultizzata troppo in fretta !!! Senza colpevolizzare nessuno perché dicono che fare il genitore sia un compito molto difficile…..ma mi verrebbe da proporre dei test sulla genitorialità seguiti da regolare esame e relativa idoneità o meno, esattamente come avviene per ottenere la patente di guida, e forse ci sarebbero meno narcisisti e dipendenti affettivi che …..notoriamente e come in un maleficio si incastrano alla perfezione!!!! Mi scuso per eventuali errori…..sto scrivendo in una notte insonne e nel caso mi fossi dilungata ad oltranza.

      • Grazie Cinzia la tua è una testimonanza di speranza e di coraggio: dalle situazioni più disastrose si può uscire e si può cambiare il proprio destino, anche se si nasce in una famiglia che ci ha portato solo negatività e ci ha distutto la stima e la fiducia di noi stessi.
        Ma tutto si può riparare, e a quasi tutto c’è una soluzione, ma di sicuro c’è sempre la possibilità di riavere se stessi.
        Grazie ancora Cinzia, che tante persone ti ascoltino, seguano il tuo consiglio e ritrovino il coraggio e la forza di uscire dal loro baratro malefico
        Marilena

  5. Bianca ha detto:

    Ancora adesso non ho ben capito se ho conosciuto veramente un narcisista perché l’ho smascherato subito e lui è totalmente sparito avendo capito che con me non funzionava nulla, ma lo descrivo brevemente per avere una riposta da chi è esperto che magari può dirmi se era narcisista. Ho notato una forte senso di rabbia dentro questa persona. In apparenza, solo se lo assecondavi e non lo contraddicevi, affabile e carino ed anche romantico! complimenti e frasi carine.. ma appena cercavo di impostare un dialogo che prevedeva un dibattito iniziava ad alterarsi.. poi quando spariva, dopo un giorno o due, tornava e praticamente la colpa era mia se si era comportato in quel modo. Però mi dava una seconda opportunità… che è stata peggiore della prima perché nuovamente voleva comandare lui. Dove uscire, l’ora in cui vedersi e persino quanto dovevamo stare fuori! Voleva pure che quel giorno stessimo insieme e l’ho rifiutato.. al che è sparito per davvero dopo un ultimatum a cui non ho ceduto. Molto egocentrico credo che abbia mescolato verità e bugie. Mi ha mentito sull’età e credo che sia ancora sposato anche se a me disse che era divorziato.
    Sinceramente è accaduto tutto in pochissimo tempo perché sono stata un osso piuttosto duro e quindi è uscito fuori il suo vero essere. Ho notato questa forte rabbia ed instabilità dentro di lui. Sembrava un bambino a cui veniva tolto il gioco quando quell’ultima volta che ci siamo visti mi sono negata sessualmente. Ho avuto un pò di paura in quel momento.
    Lo era? non lo era? in attesa di una vostra risposta vi lascio questa mia testimonianza. Personalmente credo che anche se non fosse narciso sia un pò machiavellico! fortunatamente mi reputo una persona razionale, posata ed anche assertiva. Non mi lascio andare agli inizi di un rapporto perché prima di togliere l’ancora valuto se chi ho davanti merita il mio tempo e le modifichi della mia vita che comporta il frequentare una persona.

    • Sicuramente una parte di narcisismo l’aveva, io aggiungo anche molta immaturità e poca voglia di prendere sul serio impegni e responsabilità, e direi fortemente un bugiardo patologico, infatti non le ha mai detto che era sposato e che aveva tutta l’intenzione di rimanere tale, cosa che forse l’avrebbe messa in condizione di valutare meglio se approfondire la relazione o meno.
      Spero di averla aiutata
      Marilena

      • Bianca ha detto:

        Dottoressa è stata molto gentile e celere nel rispondere. Posso dirle che ho aggiornamenti in merito. Ho scoperto che è sposato ed è addirittura di seconde nozze. Una persona che lo conosce mi ha detto che ha più di 50 anni.. a me aveva detto che ne aveva 44. A quanto pare si sente in diritto di prendersi quello che vuole e di giocare con le donne se sono subito in sintonia con lui. Ovvero se non si fanno domande in merito alle sue bugie presumo. Si giustifica dicendo che nella vita ha dato e che ora si prende solo il meglio. Mi domando come possano esistere persone cosi bugiarde! Ovviamente pur essendo un comportamento discutibile sarebbe sicuramente più corretto se mettesse la donna nella possibilità di scegliere e non di fare qualcosa sulla base di bugie. Però immagino che così avrebbe meno possibilità di fare i suoi comodi… che persona pessina. E pensare che è una persona di rilievo con un ottimo lavoro e posizione sociale.

        • Mai fidarsi delle apparenza anche quando sono le migliori, ma valutare i comportamenti, la sua storia e come si atteggia con le altre donne, da questi elementi capisce se è una persona interessata a lei o a tutte le sottane che passano.
          Noto che ancora ha molto astio nei suoi confronti e che non riesce a scrollarsi di dosso questa storia, se vuole si potrebbe fare un percorso che sarà per lei scuramente liberatorio, se è intenzionata in tal senso mi contatti privatamente.
          Per ora le faccio i miei migliori auguri di sopravvivere ad un uragano fatto di bugie ed egoismo
          Marilena

  6. Maria Cardani ha detto:

    Leggendo questi racconti mi è venuta voglia di raccontarvi il mio e capire se sono stata vittima di un narcisista. Lui era sposato ma mi raccontava che tra loro non c erano rapporti sessuali e dormivano separati. Diceva che stava ancora insieme a lei per le figlie e prima di andare via voleva che crescessero un po’. Cosi la nostra storia è durata 9 anni dove lui però passava più tempo con me che con lei e praticamente aveva una vita parallela. Diceva di amarmi e voler stare con me per sempre. Finché lei non ha scoperto tutto e lui gli ha chiesto il perdono con una scena melodrammatica e lei l ha perdonato. Ha quindi lasciato me per telefono dicendo che si sacrificava per le figlie ed è sparito cambiando anche numero di telefono. È passato un mese da allora…

  7. Elisabetta Caraffa ha detto:

    Salve a tutti! Per mia esperienza personale credo che i tratti peculiari di un soggetto narciso siano diversi….
    La continua ricerca di complimenti ed approvazione, la violenza verbale nel caso in cui vengano criticati o non assecondati, il bisogno di tenere tutto e tutti sotto controllo,
    l’incapacita di provare sentimenti verso il /la proprio /a partner (provano solo emozioni, si coinvolgono ma non amano), il bisogno di svalutare l’altro/a fino a destrutturarlo/a a livello psicoemotivo ed un castello di bugie, sapientemente costruite tanto da sembrare gli esseri più sinceri e coerenti di questo mondo….. Se avete una relazione con un/una narciso/a ve ne accorgete nel tempo….
    Vi sentirete insicuri/e, depressi/e, inappetenti ed insonni, isolati affettivamente dai vostri cari….e soprattutto avvertirete la vostra autostima scemare fino a perdere la cognizione di chi eravate (e sarete ancora quando stopperete questa relazione tossica).
    Un narcisista è un guscio vuoto, e vuoti vi farà sentire….. un buco nero pronto ad ingoiare stelle (noi empatici brilliamo✨✨✨ e la nostra luce lì attrae….purtroppo!)
    È un’esperienza molto dolorosa….da cui però con impegno e determinazione si può uscire.
    La consapevolezza della dipendenza affettiva da questi soggetti è il primo passo verso il distacco e la guarigione.

    • Come non tutte le persone sono uguali così allo stesso modo il narcisista non si esprime nella stessa maniera.
      Ogni persona è un mondo a sè e lo stesso vale per il narcisista
      Marilena

Rispondi a Marilena Cremaschini Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *