Amatrice…. perché c’é un pensiero che mi fa vomitare!

A volte scrivo …
04/08/2016
Gene Wilder… indimenticabile comico, addio!
30/08/2016

Amatrice…. perché c’é un pensiero che mi fa vomitare!

Inauguro questo mio angolo personale con un amaro commento e con tanta rabbia per quello che è accaduto e sta accadendo ad Amatrice e dintorni, e per quello che di simile è accaduto in passato e che purtroppo si ripeterà anche nel futuro.

Vorrei usare le parole del professor Enzo Boschi, uno dei più importanti sismologi italiani (non certo un opinionista qualunque!), ex presidente dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia e membro della Commissione Grandi Rischi ai tempi del sisma aquilano.

Quel che è certo è che in Italia manca la cultura della prevenzione, di fronte ai terremoti che di fronte al rischio idro-geologico. Pensiamo sempre ai soliti Giappone e California, ma oggi perfino Nuova Zelanda, Turchia e tanti altri paesi meno famosi hanno imparato che nelle zone sismiche bisogna costruire bene, altrimenti le case vengono giù. Se noi siamo ancora indietro la colpa non è dei sismologi.” (articolo tratto dal sito: http://www.repubblica.it/cronaca/2015/11/21/news/enzo_boschi_terremoto_all_aquila_i_veri_colpevoli_cercateli_tra_i_costruttori_-127855360/).

Ed ancora: “Enzo Boschi punta il dito contro l’incapacità italiana di imparare dalle catastrofi passate” (dal sito: http://notizie.tiscali.it/interviste/articoli/boschi-terremoto-norcia-salva/).

Gli stessi commenti sono stati ripetuti dal professor Boschi in un’intervista resa qualche giorno fa nei soliti speciali del TG (che guarda caso si spengono appena la notizia non fa più audience!) condotto dalla giornalista Cesara Buonamici che, viste l’approssimarsi delle elezioni e non volendo esporre il Governo e la politica a delle contestazioni, ha pensato troncare subito il discorso e a non farlo proseguire oltre (ma non fa la giornalista?) visto il perenne periodo di elezioni…

Ha troncato però l’unico argomento che ogni cittadino avrebbe voluto approfondire con l’esperto.

La colpa di quello che è successo di chi è?

Se chiaramente la zona è ad alto rischio sismico come mai non sono stati fatti degli interventi preventivi?

Come mai le case, gli alberghi, le scuole, i ponti che dovrebbero durare a lungo vengono giù?

Come mai chi costruisce, sia nel pubblico che nel privato, continua a farlo truffando la povera gente? e se si sa da anni e reiterano nei loro intenti come mai sono sempre impuniti?

La tragedia sarebbe stata meno drammatica e devastante se il Governo, non soltanto quello attuale ma anche i precedenti, avesse stanziato i finanziamenti per prevenire il crollo dei palazzi e la morte di tanta gente che pensava di abitare in una casa costruita in modo sicuro.

E questo mi fa rabbia.

Se governi meno “alla page” del nostro hanno un programma di intervento e finanziamento in prevenzione dei terremoti nelle zone sismiche più a rischio mi vien da pensare che da noi, purtroppo, è sempre la solita storia italiana.

I maiali grassi sono sempre più grassi.

I politici sono sempre più ricchi e corrotti.

E il servizio e l’assistenza al cittadino è sempre la solita cosa inesistente, inadeguata, illusoria.

Quante persone devono morire perché non c’è un piano d’intervento nelle zone a rischio sia di terremoto che di alluvione?

Perché la gente muore sui treni che non hanno manutenzione?

Perché i ponti e le strade crollano?

A tal proposito mi viene in mente un’intervista fatta ad un importante imprenditore (non collegato a nessun politico e ora capirete perché) che costruisce strade e che lavora esclusivamente nel nord Europa perché da noi non ha mai vinto un appalto visto che garantisce il suo lavoro per 10 anni (cioè strada senza manutenzione per 10 anni!) mentre da noi la manutenzione si deve (o meglio si dovrebbe fare) anno dopo anno, altrimenti come si giustificano gli appalti per i soliti noti?

Posso comprendere che succedano disastri imprevedibili ed inevitabili, ma quando la tragedia era evitabile con un po’ più di onestà e correttezza da chi ci governa mi vien da vomitare…

da vomitare addosso a quei politici che abitano nelle loro ville lussuosissime e che non avranno mai problemi simili perché se si devono spostare lo fanno con le guardie del corpo (pagate da noi è ovvio!) con jet e jot, non certo coi regionali di Trenitalia…

mi vien da vomitare addosso a tutti coloro che abusano del loro potere per arricchirsi a danno della povera gente (di cui non importa un fico secco),

mi vien da vomitare addosso a tutti quei responsabili che non pagheranno mai, nemmeno con una condanna perché per loro la giustizia latita come il fisco…

Mi vien da vomitare per tutti coloro che si fanno riprendere con la faccia triste ed hanno le tasche piene dei soldi che avrebbero dovuto essere usati per le opere pubbliche, per i cittadini, per la sicurezza di tutti…

Quella di Amatrice e dintorni è una immensa tragedia perché le persone son dovute morire per la disonestà di chi ci governa e perché la gente è rimasta senza una casa perché i soldi statali si fermano sempre da qualche parte prima…

e questo mi fa vomitare!

2 Comments

  1. Pasquale ha detto:

    Anche a me viene da vomitare quando vedo i soliti corrotti amministrare la cosa pubblica solo a favore dei propri interessi. Però ,a differenza di molti , quando vado a votare scelgo gli onesti e non voto quelli che da trent’anni hanno distrutto il nostro paese.

    • Caro Pasquale, è una sensazione comune alla maggioranza degli elettori, e ad essere sincera, in quel marasma di corrotti e di coloro che si vendono promesse ed ideologie pur di mantenere salda la loro poltrona ancora non ho visto nessun ONESTO, CONCRETO e COERENTE, ma se ha qualche nome da suggerire che faccia davvero la differenza la prego di suggerirmelo, perché nonostante mi stia dedicando da tempo a seguire questa politica non non ho scovato nessuno e ribadisco, purtroppo per me e per tutti gli italiani, NESSUNO!!!
      Grazie Pasquale e attendo uno spiraglio di luce in questa malsana politica che ci sta danneggiando giorno dopo giorno.
      Marilena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *