Nell’era digitale non sappiamo più scrivere in corsivo.
05/01/2017
L’Uroboro e il coming-out
05/01/2017

Combattere lo stress

Non esistono pilloline magiche o trattamenti miracolosi, l’unico rimedio per combattere lo stress e le tensioni che esso causa è quello di rallentare i ritmi degli impegni.

Lo stress è originato da un accumulo di tensione e nervosismo che l’organismo non riesce più a smaltire, così si creano tensioni che portano anche ad avere dei battiti cardiaci accelerati e difficoltà respiratorie, di attacchi di rabbia spesso immotivata, attacchi di panico, di pura paura che vi bloccano rendendovi incapaci di muoversi.

Sono tutte condizioni che impediscono la vostra produttività ed operatività, tantovale fermarsi pochi attimi e riprendere il controllo di voi stessi.

Ricordate che non è solo la resa lavorativa che viene compromessa ma soprattutto i rapporti relazionali, perché la persona stressata è incapace di gestire le proprie reazioni e gli atteggiamenti, rendendosi antipatica, se non addirittura sgradita, a chi vi sta intorno e deve rapportarsi con voi.

L’unico modo per ridurre lo stress è modificare i ritmi di vita in modo che non siano altamente stressanti, concedendo delle pause anche di pochi minuti per rilassare il corpo ma soprattutto la mente.

Non ci sono altri rimedi efficaci.

Non c’è bisogno di andare in centri estetici o curativi costosi, basta fermarsi un attimo, sulla poltrona sul divano, sul letto, ovunque voi siate ed incominciare a regolare la respirazione.

La condizione dello stress altera il battito cardiaco e la respirazione, quindi la prima cosa da fare e portarli al ritmo adeguato e normale.

Appoggiatevi allo schienale e se vi è possibile stendetevi, chiudete gli occhi ed appoggiate le mani sul vostro stomaco o sul diagramma, in modo da poter ascoltare il rallentamento delle respirazioni.

Concentratevi pochi minuti soltanto sul vostro respiro non pensando ad altro, nessun pensiero deve occuparvi la mente in quell’attimo, perciò chiudete la porta e staccate il telefono.

Pochi minuti non minano i vostri impegni o le vostre attività, e chiunque vi desideri potrà attendere qualche istante, pensate alla vostra salute ed al vostro benessere.

Le prime volte che si applica questa disciplina mentale occorre più tempo perché sarà più difficile concentrarsi sul nulla e rilassarsi.

Il nostro corpo è talmente abituato ad essere sotto tensione che dovrà, con altrettanta fatica, riadattarsi ad un nuovo ritmo più normale e contenuto, ma i primi tempi un rilassamento vero e proprio è difficile da raggiungere.

Ma non disperatevi, man mano che procedete, sarà sempre più breve e semplice recuperare un po’ di rilassatezza.

Questo auto-rilassamento lo potete fare ogni volta che sentite lo stress e la tensione salire dentro di voi, fermatevi prima che la condizione diventi più critica.

Oltre ai minuti per il relax, ne bastano soltanto 10 (e sono sicura che 10 minuti si possono trovare sempre, in qualunque posto voi siate), andrebbero modificate altre abitudini poco sane.

La prima cosa è regolare l’alimentazione, che sia il più naturale e vegetariana possibile.

È difficile pensare ad un pranzo leggero e salutare quando siete lontani da casa, ma basta soltanto organizzarvi.

Portate con voi della frutta e la verdura che si può custodire in borsa, come snack e rompi-fame sono fantastici e sicuramente non vi appesantiranno che procureranno dei bruciori di stomaco come altri cibi confezionati.

Per quanto riguarda il pasto preferite del riso fatto in bianco o altri cereali con delle verdure, cucinato la sera prima e riposto in quelle ciottolino che stanno in frigorifero, nella borsa e nel vostro cassetto, sono comodissime ovunque le riponiate.

Se non avete avuto del tempo per cucinare preparatevi dei sandwich fatti non col pane che trovate nei supermercati, ma comprate del pane in cassetta sano e fatto come si deve, da tagliare al bisogno, oppure preferite del pane bianco biologico, costa qualche centesimo in più dell’altro ma è meno tossico per il vostro organismo.

Non potete immaginare i conservanti messi nel pane bianco per poter essere sempre morbido ed apparentemente fresco anziché marcio, visti i lunghi tempi di conservazione fatta certamente non in un banco frigo, perciò nelle peggiori condizioni possibili.

Se la sera siete con la vostra famiglia godetevi il momento della cena cucinando insieme.

Non c’è bisogno di essere grandi chef o di cucinare pasti eccellenti, basta qualcosa di semplice, quello che renderà la vostra cena speciale è il momento di condivisione con chi amate.

Questi sono momenti importantissimi per la vostra famiglia o relazione e vi ripagheranno arricchendovi in senso emotivo ed affettivo.

Evitate bevande gassate ed eccessivi caffè.

So che è difficile rinunciare al caffè, e lo dice una che non resiste nemmeno all’aroma, ma anziché bere il caffè espresso fatevi un caffè di qualità superiore, tostato da chi lo sa fare, oppure del caffè biologico, contengono meno ossidanti e additivi chimici che sono deleteri per il vostro stomaco, già compromesso dalla vostre tensioni nervose.

Evitate il caffè decaffeinato perché non esiste il caffè senza caffeina, ma per attenuarne gli effetti i produttori aggiungono delle sostanze cancerogene nel trattamento dei chicchi, perciò quello che pensavate potesse far meno male è doppiamente dannoso.

Cercate di muovervi senza l’aiuto di motorini ed auto, impiegherete più tempo ma una passeggiata e sicuramente più salutare del tragitto fatto con comodità.

Ritagliatevi del tempo per i vostri hobby o le vostre passioni, quelle a cui avete rinunciato da anni, e se non ne avete prendetevi un libro e passate un’oretta lasciandovi trasportare dalla lettura e dalle emozioni che essa crea.

Ci sono libri per tutti i gusti e per tutti i generi, non farete fatica a trovarne uno di vostro gradimento.

Non dimenticate che il tempo dedicato a voi stessi non è tempo perso ma è il tempo che vi farà stare meglio e vivere bene, come nessuna medicina od integratore riuscirebbe a fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *