Capire se stessi per poter diventare ciò che si vuole
21/12/2016
Chi ha tempo non aspetti tempo. Carpe diem.
24/12/2016

Come opera l’esperto motivazionale

La motivazione è quel sentimento interno che ci spinge a fare un qualcosa, a portare avanti una decisioneo fare una scelta che comporta un cambiamento.

Tale cambiamento può riguardare qualunque sfera dell’esistenza.

Può essere affettivo quando riguarda i sentimenti ed il vissuto nei confronti di esso, può essere relazionale quando si riferisce ai rapporti con gli altri e può essere professionale quando riguarda una scelta lavorativa.

Dietro ad ogni motivazione ci sta l’esigenza di modificare uno stato o condizione in cui viviamo, perché sono mutate le nostre esigenze, sono mutate le nostre sensazioni, sono cambiate le direttive e gli impegni previsti.

Il cambiamento si può realizzare soltanto attraverso un’azione, un agire attivo e modificante della condizione attuale, diversamente rimarrebbe la mera condizione di desiderio ed aspettativa non realizzata.

Dal desiderare un cambiamento per avere piena soddisfazione occorre quindi realizzarlo ed attuarlo, altrimenti si rischia di lasciare la necessità come meramente sentita e percepita ma non seguita da reali azioni che la supportano e che favoriscono il rinnovamento.

Se si rimane soltanto nella fase della necessità si è comunque fatto un buon lavoro a livello di consapevolezza della propria condizione e valutazione della necessità di poterla migliorare o modificare.

Ma la fase rimane inattuata, inutile e sterile se non si concretizzano le aspettative.

Metterle da parte le nostre esigenze per dare spazio ad altre priorità non sempre è positivo perché il desiderio rimane in uno stadio assopito, latente, ma comunque persistente.

Spesso tale situazione porta a delle situazioni personali di stress e di rabbia che possono poi esplodere in maniera incomprensibile o con comportamenti fuorvianti perché non direttamente giustificati dalla mancata soddisfazione del desiderio o della esigenza interiore.

Gli stress demotivanti o che rendono inattivi spesso nascondono un latente bisogno di essere ascoltati e considerati.

Gli sfoghi di rabbia sono altrettante frustrazioni del nostro inconscio che ha necessità di reagire alla condizione attuale, e solitamente sono attuati con delle e vere e proprie manifestazioni di aggressività verbale o fisica.

Dietro al gesto però si nasconde il bisogno della persona di poter avere un proprio spazio ed una realizzazione.

La motivazione è dunque la base di partenza su cui realizzare uno sviluppo creativo e costruttivo di crescita personale senza la quale rimarrebbe soltanto una condizione di frustrazione e di inappagamento.

Tale percorso comporta spesso delle difficoltà.

Cambiare o modificare le proprie abitudini comporta uno sforzo maggiore del desiderio o dell’azione perché si investe su una sfera storica, vissuta che si è da tempo adattata con l’agire ed il vissuto degli altri.

L’abitudine passata è rassicurante perché riusciamo a determinare le reazioni ad essa degli altri e le risposte programmate al nostro operato.

Le strade già percorse hanno la solidità della certezza, le nuove strade spaventano soprattutto per tutto ciò che è imprevedibile o ignoto.

Anche se un’abitudine ormai non ci soddisfa più o, ancora peggio, non ci piace più o ci danneggia, continuiamo nella ripetizione perché la sua storia e la sua costanza rappresenta una rassicurazione interiore.

Mutare le nostre abitudini, i nostri rapporti o lanciarsi in un nuovo progetto rappresentano invece un investimento senza avere la certezza del possibile rischio e del risultato.

Il futuro non è certezza e garanzia del risultato, dobbiamo investire in esso coraggiosamente ed audacemente perché l’immobilità è sicuramente peggio dell’azione.

Quando si cerca di realizzare degli obiettivi ,l’azione non è mai vana perché porta sempre dei risultati che possono anche non corrispondere alle aspettative ma sicuramente saranno positivi ed ottimistici.

Spesso ciò che si ottiene dall’agire costruttivo va ben oltre alle aspettative previste o idealizzate e da modo all’individuo di avere delle visioni più ampie di quelle stabili e rassicuranti che si avevano prima ma comunque limitanti.

Nel momento stesso in cui si desidera qualche cosa si realizza che la condizione attuale non è più soddisfacente e si può migliorare attraverso delle condizioni migliori o diverse.

Altrimenti non esisterebbe il desiderio.

Sottacerlo, metterlo da parte o accantonarlo non porta a delle soddisfazioni perché la traccia di esso rimane latente nella mente, come un ideale a cui si aspirava mai raggiunto.

Realizzare i nostri sogni o progetti ci rende più felici e soddisfatti e maggiormente disponibili con gli altri.

Inoltre accresce l’autostima in quanto rende consapevoli del coraggio e della capacità della persona, diversamente decrescono sia l’autostima che il valore e la considerazione di quello che si è.

Di fatto la percezione di se stessi patisce una penalizzazione un limite alle nostre azioni in quanto si è consapevoli di non essere stati in grado di portare avanti il progetto ambito o la scelta sentita.

Nei casi in cui l’obbiettivo rimane soltanto sperato e non raggiunto è il caso di interpellare un esperto motivazionale che sappia incoraggiare verso la meta.

L’esperto motivazionale non è soltanto colui che esamina il desiderio e l’aspettativa ma è anche colui che offre le modalità con cui realizzare l’aspirazione attraverso tecniche di analisi personale, una programmazione neuro-linguistica (oPNL) e tecniche di empowerment.

La PNL è una tecnica diretta ad acquisire le abilità e le capacità personali adeguate per agire in modo efficace ed attuativo delle aspettative o dei progetti a cui si ambisce.

È organizzare le proprie azioni in modo da ottimizzare il risultato con il minimo investimento, di tempo, di denaro, di energie.

L’empowerment è una tecnica diretta ad acquisire maggior potere nelle potenzialità.

Maggiori sono le nostre competenze maggiori saranno le possibilità di sviluppare delle azioni.

Maggiore è la conoscenza delle potenzialità e delle capacità personali, definite il potere dell’individuo, maggiormente verranno utilizzate nella maniera più efficace.

Non temiate pertanto di pretendere ciò che desiderate e non privatevi dell’opportunità di agire e di cambiare, in meglio, la vostra vita ed i vostri rapporti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *