La Didattica Persuasiva
03/04/2017
L’Apprendimento Cooperativo
03/04/2017

Il Metodo Ruler è stato messo a punto dal professor Marc Brackett e dal suo gruppo di ricercatori della Yale University e R.U.L.E.R. è l’acronimo di:

  • Recognizing: riconoscere le emozioni nelle espressioni del volto, negli indizi vocali e nel linguaggio del corpo;
  • Understanding: comprendere le cause e le conseguenze delle emozioni;
  • Labeling: classificare l’intera gamma delle emozioni utilizzando un vocabolario ricco;
  • Expressing: esprimere le emozioni in maniera appropriata nei vari contesti;
  • Regulating: gestire e regolarle le emozioni efficacemente per avere relazioni sane e raggiungere gli obiettivi.

Il fine di questo metodo è proprio quello di riconoscere, comprendere, definire, esprimere e gestire le proprie emozioni.

Gli strumenti del Metodo RULER sono frutto di oltre venti anni di ricerche svolte dal team della Yale University e rendono possibile l’integrazione dell’Educazione Emozionale nel curriculum scolastico per favorire la sicurezza psico-fisica a scuola, un clima scolastico positivo, la qualità delle relazioni interpersonali e la riduzione di comportamenti aggressivi e di bullismo.

Il metodo Ruler propone una serie di attività e di strumenti, che, dove sono stati applicati, hanno portato in media a un aumento dell’11 per cento nei rendimenti, del 19 per cento dell’impegno e a un calo del 17 per cento nei problemi di comportamento.

Il metodo migliora il clima in classe, favorendo partecipazione, empatia e fiducia tra le persone, mentre fa diminuire bullismo, uso di alcol e droghe, ansia, iperattività e distrazione.

E se nelle materne si ottengono i risultati più veloci, nelle superiori gli studenti diventano parte attiva del progetto, offrendo riflessioni e suggerimenti di grande creatività e profondità.

Il metodo Ruler inizia ad essere applicato soprattutto nelle scuole per cercare di creare un equilibrio all’interno delle classi, sia tra gli alunni che tra gli alunni e gli insegnanti.

Fanno parte del Metodo Ruler anche le seguenti tecniche:

  • Il contratto emozionale, che impegna per iscritto ragazzi, insegnanti e genitori a dare la giusta importanza a quello che provano per creare un ambiente di vita migliore; viene stabilito un programma ed un obiettivo da raggiungere ed ognuno nel proprio ruolo si impegna in ciò che è stato concordato, infondendo così sia negli insegnanti che negli alunni maggior responsabilità, autostima, senso di valore ed appartenenza al gruppo e senzo di socializzazione ed integrazione;
  • I meta-momenti, cioè i momenti in cui ognuno ragiona, trovando le parole migliori, sulle proprie emozioni, sulle loro cause, su cosa comporterà il restare di un certo umore. È la fase in cui si sviluppano strategie per migliorare le pratiche riflessive e le abilità di risoluzione dei problemi e di gestione delle emozioni; si realizza così un processo di profonda conoscenza interiore, di comprensione dei propri desideri e si amplifica la capacità del problem solving;
  • Il blueprint, un questionario per dirimere i conflitti che viene somministrato in caso di litigio tra due studenti con la consegna da parte dell’insegnate di rispondere alle domande del questionario, esplicitando così le ragioni emotive del conflitto. Le risposte di uno vengono poi fatte conoscere all’altro, e questo permette a entrambi di capire il punto di vista dell’avversario.

Si è riscontrato chiaramente, nelle scuole dove si è utilizzato il blueprint, che i bulli e le loro vittime erano portati a riflettere su ragioni e conseguenze dei loro comportamenti, riducendo aggressività ed ostilità ed aumentando l’empatia, la socializzazione, la tolleranza e l’integrazione del gruppo.

Inoltre con tale metodo si verificano meno situazioni conflittuali tra studenti ed insegnanti o situazioni di incomprensioni, perché il metodo costringe le parti, tutte indipendentemente dal ruolo assunto, al chiarimento ed al superamento delle varie problematiche, dissapori, tensioni, incomprensioni e nervosismi, il tutto a vantaggio di un apprendimento scolastico veramente formativo ed accrescitivo, non solo per lo studente ma anche per la professionalità dell’insegnante.

Per un approfondimento ad altri metodi d’insegnamento innovativi lascio il link agli articoli specifici:

la comunicazione persuasiva

Didattica Persuasiva

Mastery Learning

Mood Meter

Flipped Classroom o Didattica Rovesciata

Apprendimento Cooperativo

4 Comments

  1. nightmare ha detto:

    Normally Ι don’t read artіcle on bⅼogs, however I would like to
    say that this write-սp very pressured me to take a look at and do so!
    Yοur writing style has been amazed me. Thank you, quite nice artiсle.

    • Traduzione:
      Normalmente non leggo articoli sui blog, comunque mi è piaciuto questo articolo e mi ha spinto a dare un’occhiata!
      Il tuo stile di scrittura mi ha stupito. Grazie, molto bello.

      Mia risposta:
      Ti ringrazio infinitamente per l’apprezzamento dell’articolo e di tutto il resto, fa sempre piacere stuzzicare la curiosità di qualcuno sino ad andare oltre alle solite abitudini.
      Grazie ancora
      Traduzione:
      Thank you so much for the appreciation of the article and all the rest, it is always nice to tease someone’s curiosity to go beyond the usual habits.
      Thanks again
      Marilena

  2. Luisa La Rosa ha detto:

    Salve! Sono un’insegnante interessata al metodo RULER… Cosa fare? Ci sono corsi formativi in Italia? Dove? Posso avere informazioni a riguardo? Grazie mille.

    • Buongiorno cara Luisa, non so se in Italia ci siano dei corsi, ma può sempre approfondire l’argomento con un buon manuale, che sicuramente può trovare in una libreria specializzata o su internet.
      Spero di esserle stata d’aiuto.
      Marilena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *