Il significato delle lettere “m” e “n”

Il test delle “stelle e onde”
23/01/2018
Il significato della pressione nella scrittura
29/01/2018

Nelle gambette e negli archetti possiamo vedere una casa con colonne e tetto: perciò queste lettere simboleggiano il posto in cui si vive e ci si ritaglia il proprio spazio interiore.

Il tetto è anche uno scudo che protegge dalle richieste che vengono dall’alto, impedendo conflitti col padre (Super-Io).

In queste lettere interessa soprattutto la trasformazione degli archetti in punte, che solitamente avviene nel corso dell’infanzia e indica il passaggio da un atteggiamento di difesa passiva nei confronti del Super-Io a uno di disponibilità all’ascolto.

La lettera “n” o la “m” che graficamente sono simili se non per l’aggiunta di una gambetta in più, possono assumere due forme distinte e tra loro contrapposte: la forma ad arco, con la parte curvilinea nella parte alta e le gambe rivolte al basso, oppure a ghirlanda, nel senso completamente rovesciato.

Di seguito alcuni esempi di come possono essere le forme delle lettere in questione.

 

Nelle lettere sopra indicate la prima e la terza hanno la forma a ghirlanda mentre la seconda e l’ultima hanno la forma cosiddetta ad arco.

 

Nel disegno le prime due lettere sono, pur con la loro rigidità non delle vere e proprie ghirlande, che presuppone un gesto morbido, concavo ed avvolgente, ma esprimono, seppur con molta diffidenza, una certa ricettività dall’alto di cui sentono di aver bisogno nonostante l’incapacità di provare empatie e fiducia nel prossimo.

Le ultime due invece sono due forme tipiche di “n” ad arco con delle evoluzioni che vendono chiamati ricci in quanto ogni eccedenza alla lettera ha un significato psicologico particolare.

 

La forma a ghirlanda e la forma ad arco

 

La forma a ghirlanda, a cui viene associata per similitudine anche la lettera “u”, per la sua conformazione, a vasca o catino, che raccoglie ed assorbe ciò che proviene dall’alto in maniera più ampia possibile, in quanto la larghezza è estesa all’intero spazio intercorrente tra una gamba e l’altra, ha una valenza ed un significato psicologico di volontà di acquisizione, di essere disposta ad assorbire e a riempirsi di ciò che possono essere idee e conoscenze (provenienti dalla parte alta della scrittura che rappresenta il pensiero) e di conservazione in quanto i margini alti della vasca conservano e ne impediscono la fuoriuscita, detto in tal modo simbolico è come se la persona scrivente fosse un soggetto fortemente recettivo dell’ambiente che lo circonda e di tutto ciò che da esso può imparare.

Quella ad arco, formata con una forma a cappello, ad ombrello nella parte superiore, ha più una valenza protettiva di ciò che potrebbe derivare dall’alto, rappresentato in tal caso da persone che per posizione, prestigio e gerarchia, hanno idee ed opinioni fortemente condizionanti se non addirittura imposte.

In tal modo il soggetto si protegge da tale influenza tanto aggressiva e privativa della sua piena libertà di essere pensatore, quindi attua questo meccanismo di chiudere la mente a ciò che potrebbe filtrare con troppa facilità prendendosi il tempo per valutare e fare le proprie scelte con criterio personale e con convinzione.

Il significato psicologico di formare una lettera “m” o “n” ad arcata può riferirsi ad un soggetto che tende ad impostare il proprio stile di vita per appartenenza, ad un ceto od una classe sociale, che protegge molto gelosamente in quanto si di essa ha costruito non solo la propria essenza ma anche la sua vita, la sua quotidianità ed il  modo di vedere le cose nel suo futuro ed in quello che dovrebbero essere i suoi posteri.

Solitamente questa costruzione che avvantaggia l’immagine del personaggio scrivente amplia la sua importanza quando diventa esso stesso il valore da tramandare e costituisce il prestigio che ha arricchito la famiglia, il cognome che porta e la considerazione sociale di cui gode.

Con la forma ad arco lo scrivente protegge tutte queste acquisizione come il bene più prezioso che può tramandare ai suoi figli affinché facciano altrettanto.

Il preservare l’immagine può avere anche una portata più limitata alla persona stessa, alle sue qualità che tende a curare ma ad esporre ed alla sua persona che ha caratteristiche prevalenti di prudenza, diffidenza, riservatezza, chiusura verso le influenze esterne soprattutto se non corrispondono a quelle già acquisite su cui ha espresso una valutazione positiva, sarà una persona con degli aspetti di egoismo ed egocentrismo, individualista, impenetrabile e molto introspettivo.

Possiamo quindi affermare che le scritture adulte con predominanza di arcate indicano:

– esteriorizzazione circospetta e ponderata, prudenza, a volte anche diffidenza, tendenza alla riflessione prima dell’azione e uno spirito di adattamento condizionato

– riserbo, pudore, distanza dall’altro non priva di rispetto (non ci si mostra prima di aver valutato bene chi si ha di fronte)

– attaccamento alle proprie origini, a quanto acquisito, alla propria individualità

– difficoltà ad aprirsi al nuovo e una generale fedeltà al modello.

Diversamente vale per il soggetto che scrive a ghirlanda per cui il suo carattere sarà molto ricettivo di ciò che gli offre l’ambiente, conciliante, flessibile e molto adattabile ai cambiamenti, che non, lo spaventano che lo scombussolano in quanto riesce ad adattarsi con molta facilità.

Tale persona sarà dunque una persona aperta, espansiva, che ama la condivisione e la conoscenza degli altri e del mondo, sarà molto comunicativo e troverà facile condividere sia il tempo che gli spazi che gli scambi di idee con gli altri, con grande rispetto e considerazione.

In breve possiamo dire che caratterialmente è una persona agli antipodi di quella sopra descritta, unico limite che può diventare un problema è il fatto che tale apertura presuppone una fiducia non sempre ben riposta soprattutto se associata ad una scarsa selettività delle persone.

Inoltre tale forte influenzabilità può nascondere una dipendenza del soggetto troppo manovrabile e malleabile dagli altri, da cui non sa difendersi in quanto troppo ottimista e spesso si accorge tardi di essere stato raggirato o preso in giro.

La ghirlanda quando poi è estesa a tutto lo stile della scrittura denota un forte bisogno di amore, affetto e considerazione, derivante dal fatto di averne ricevuto molto in età infantile ed adolescenziale e di cui non riesce a farne a meno nemmeno nel periodo adulto, oppure segnano la situazione opposta per cui il bisogno deriva da una forte privazione di affetto genitoriale durante l’infanzia.

Per comprendere e distinguere i significati da associare alla persona occorre sempre valutare la grafia nel suo complesso e quindi associare tali segni agli altri che emergono dall’intera grafia.

2 Comments

  1. Chiara ha detto:

    SPERAVO DI TROVARE QUALCHE COMMENTO SU CHI SCRIVE LA ENNE IN STAMPATELLO MAIUSCOLO ROVESCIA.
    GRAZIE.

    • Perché non prova cara Chiara a farsi un’analisi completa della sua scrittura, sono sicura che rimarrà meravigliata di quanto possa rivelare di noi, del nostro passato e del nostro presente, del rapporto con gli altri e con noi stessi il nostro modo di scrivere.
      Se vuole conoscere i prezzi può navigare nella pafina dei servizi, in fondo dove ci sono le promozioni.
      Spero di sentirla presto
      Marilena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *