La ritrosia delle scritture rovesciate o inclinate a sinistra

La strategia dei 5 passi
06/03/2017
Cos’è la fobia scolastica
07/03/2017

La ritrosia delle scritture rovesciate o inclinate a sinistra

Chi scrive inclinando verso sinistra è poco incline a concedersi, presenta  dei problemi di socializzazione, come se si ritirasse dal mondo o lo aborrisse, amano la loro solitudine, la privacy e sono persone piuttosto chiuse e scontrose.

In genere scrivono così gli adolescenti che si sentono in urto con i genitori o gli insegnanti o il mondo intero, e che prediligono abiti neri e atteggiamenti trasgressivi.

Scrivono in modo sinistrorso i ribelli, gli anticonformisti, i bastian contrari, le persone difficili e malfidate, chi si mette contro il mondo o rifiuta l’autorità, ma anche chi ha spirito critico, forse eccessivo, inibizioni, diffidenza, imposizione forzata di atteggiamenti esibizionistici di chi ancora non sa cosa vuole, si chiude in posizioni ostinate, va contro corrente, dice di no al mondo, rifiuta l’autorità.

Nel simbolismo spaziale la sinistra rappresenta il passato, il desiderio di ritornare ad un periodo più sereno e con meno responsabilità, un ritorno alla famiglia ed alla madre da cui non si è mai preso un effettivo distacco.

La scrittura che si rovescia mentre si eleva e si inclina verso sinistra oltre a regredire ad un periodo in cui si sentita più protetto vede con estrema diffidenza il futuro e quindi non fa progetti e scelte di vita che potrebbero allontanarlo dai suoi affetti più cari che rappresentano un’ancora di salvezza.

É anche poco propenso a socializzare, a dedicarsi agli altri, ad instaurare rapporti con persone estranee e non facenti parte del suo solito entourage.

Poco propenso nel dare anche in senso affettivo ed emotivo, ne ha talmente bisogno per se stesso che l’idea di dover rinunciare a qualcosa di suo per il prossimo, che siano energie, tempi e disponibilità in generale, è per lui inaccettabile il solo pensiero, anzi se sa di doversi suo malgrado trovare in tale condizione, diventa nervoso, ansioso con esplosioni di rabbia senza una apparente ragione o motivazione.

Percepisce il concedere o donare agli altri come una privazione di se stesso o di una parte di ciò che è suo, pertanto si ritrae evitando di dare delle opportunità al prossimo di chiedere.

Non raggiunge il livello dell’avido e avaro, però si avvicina molto come atteggiamento esteriore, ed il suo modo di fare non è dovuto al desiderio ed alla bramosità di accumulare, ma semplicemente quello di difendere la propria intimità, la riservatezza e ciò che è suo intimo ed interiore.

Anche chi ha una scrittura Rovesciata ha un grande bisogno di contatto, di affetto, di calore umano, di sentirsi a casa circondato da persone sicure ed affidabili, ha grande bisogno di protezioni, di sicurezza, di sentirsi appoggiato dagli altri e sostenuto, non sopporta le critiche ed i giudizi degli altri perché vanno a minare quella debole considerazione e stima di se stesso.

Per queste sue contraddizioni non solo del pensiero interiore ma anche del suo comportamento viene considerato una persona difficile da comprendere e con cui vivere, e poco adattabile ai cambiamenti ed alle novità e fatica non poco a socializzare con persone nuove.

È molto legato alle persone che fanno parte della sua vita, i suoi famigliari, gli amici stretti, un partner se c’è ed ha bisogno continuamente e costantemente di essere rassicurato non solo della loro presenza e disponibilità ma anche del loro affetto, sarà un compagno od una compagna in senso affettivo molto esigente perché teme in ogni momento di perdere l’amore e la vicinanza dei suoi cari.

Di seguito due esempi di scritture rovesciate verso sinistra.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *