Nell’intimità si parla poco
16/12/2016
La proposta e l’anello al momento giusto
17/12/2016

L’abito adatto per ogni lavoro

Sul luogo di lavoro è estremamente importante portare l’abito giusto.

Le esigenze personali devono soprassedere e passare in secondo piano rispetto a necessità lavorative ed ambientali che non possono essere accantonate per i nostri puri capricci.

Non è vero che sul lavoro ci si può vestire come si crede o che a tutti i costi deve prevalere la nostra personalità, l’abbigliamento deve essere adeguato e consono al ruolo rivestito nell’azienda, per il rispetto di tutti e di coloro che sono colleghi, collaboratori, utenti o consumatori dell’attività.

Ogni posto di lavoro richiede una divisa, nel senso di capi di abbigliamento adeguati, che devono essere valutati in base alle esigenze ambientali, sociali e del datore di lavoro.

Non si tratta di sminuirsi i di castrarsi emotivamente, è puro rispetto per delle regole che valgono per tutti quindi anche per noi, se non le condividiamo siamo liberi di cercarci un lavoro più adatto alle nostre personali caratteristiche.

Così come non ci si può vestire come se si stesse facendo una sfilata di moda in passerella o in qualche trasmissione di scarso contenuto istruttivo in un ambiente che prevede una certa sobrietà e compostezza, allo stesso modo stonerebbe la normalissima giacca e cravatta in un ambiente molto casual dove il pubblico deve sentirsi a proprio agio e non obbligato ad una etichetta formale.

Quindi prima di scegliere l’abito adatto al lavoro dobbiamo analizzare il luogo stesso dove ci troveremo  a svolgere l’incarico e quali criteri sono imposti per il contatto col pubblico.

Se si tratta di una struttura che impone dei camici, va da se che la divisa copre l’abbigliamento, che comunque anche se al di sotto e celato deve essere comodo, se l’attività è molto movimentata, e pratico e lavabile se vi è un contatto con materiale che potrebbe comunque macchiare il nostro abbigliamento.

Se invece si tratta di un ufficio ma non sono prescritte determinate divise formali quali la giacca e la cravatta, l’abbigliamento può essere sobrio ma sempre personale senza eccedenze, in un contesto tale sicuramente la scelta di colori troppo vistosi e vivaci potrebbe dare nell’occhio.

Non facciamoci giudicare negativamente prima di aver dato l’opportunità ai nostri valutatori di conoscere le nostre capacità e potenzialità, soltanto quando saremo certi che il datore ha capito il nostro valore potremmo permetterci delle eccedenze, sapendo che il giudizio professionali su di noi ha già avuto un vaglio ed una approvazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *