Per Charlie Hebdo solo disgusto e disprezzo.

Emanuela Bottarro … la scelta personale di come vivere.
01/09/2016
Scusa… sono dislessica!
06/09/2016

Per Charlie Hebdo solo disgusto e disprezzo.

Sull’ultimo numero del giornale satirico francese Charlie Hebdo, uscito il 31 agosto, esce una vignetta in cui gli italiani sono ritratti mentre mangiano della lasagne fatte con strati di cadaveri morti e conditi col sugo del loro sangue.

Nemmeno il nostro peggior nemico se fossimo in guerra avrebbe osato tanta cattiveria.

Mentre nel nostro Centro Italia colpiti dal sisma del 24 agosto scorso si continuava a scavare per recuperare le persone rimaste sotto le macerie di un terremoto che sembra non aver mai fine, le scosse continuano devastanti a portare dolore, rabbia e miseria.

Alla vignetta tutti ci siamo offesi, ed il web ha risposto da indignato.

E cosa fa il giornaletto di Charlie Hebdo? anziché scusarsi risponde con un’altra vignetta che è una presa in giro ancora più grande: “Italiani, non è Charlie Hebdo che costruisce le vostre case, ma la Mafia”!

Non esistono parole abbastanza offensive per rispondere a tali deficienti, ignobili crediti che ridono della immane disgrazie che sta capitando in Italia e della sofferenza della gente.

Ma si sono forse dimenticati cosa è successo a loro??

Loro volutamente avevano pubblicato delle vignette che offendevano l’ISIS ed era legittimo supporre che il gruppo terroristico avrebbe reagito e risposto con l’unico modo che conosce, quello dell’uso armi e degli attentati.

E così è stato.

A causa delle loro vignette sono morte anche altre persone che non avevano scelto nessuna provocazione, quindi totalmente estranee alla questioni.

Sono responsabili dell’attentato di Parigi, e questo è un fatto.

Il terremoto in Italia però nessuno lo ha scelto, nessuno lo ha intenzionalmente provocato, nessuno voleva che centinaia di case crollassero sulla gente mentre dormiva per farne una strage.

L’insensibilità di codesti giornalisti mi fa vomitare, ed il loro modo di offendermi mi indigna.

Mi dispiace caro giornaletto fatto da persone misere, stupide ed assassini come coloro che hanno impugnato le armi a causa vostra ma meritate tutto il mio disgusto e disprezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *