Come capire se lui o lei ti ama?
03/09/2016
Depressione, quando il male ti porta via…
05/09/2016

Stress da rientro? … si cura da solo.

Settembre è iniziato e si riprendono i vecchi ritmi lavorativi, il nostro corpo ha bisogno di riabituarsi, di rimodularsi alle cadenza lavorative che abbiamo abbandonato pochi giorni fa.

A meno che si abbai una reale debolezza fisica importante, che richiede un intervento medico, lo stress si supera con un po’ di pazienza sopportando qualche giorno di disagio, ma non serve altro.

Evitate pastiglie ed integratori vari, che sballano il nostro organismo con porzioni di supposte  “vitamine” o “minerali” che causano più danni che benefici.

Introducendo vitamine o sostanza minerali oltre la necessità richiesta dall’organismo non facciamo che intossicarlo di sostanze che ci compromettono la chimica corporea.

Non è vero che tanto male non fanno, fanno male a voi e alle vostre tasche, quindi sarebbe meglio evitare di spendere inutilmente del denaro per intossicarsi.

Prendiamo ciò che la natura ci offre spontaneamente, con un’alimentazione naturale e prodotti di stagione, gli unici veri integratori che portano vita.

Una dieta in cui si privilegia verdura e frutta sono salutari e rinfrescano l’organismo, inoltre la frutta e la verdura di stagione contengono già gli elementi che favoriscono la ripresa dell’organismo e facilitano il metabolismo a recuperare forza e vigore.

Il primo a risultare sballato al rientro, ed è la causa del maggior stress fisico, e il ritmo circadiano, quell’orologio biologico interno che regola il giorno e la notte, quindi il tempo dedicato agli impegni e quello per dormire, la fase giornaliera per l’attività, e la fase notturna per riposarsi e rigenerarsi.

In vacanza questo orario biologico interno è stato spostato di qualche ora.

La notte si andava a letto più tardi ed al mattino ci si alzava con comodo.

Bastano 2 o 3 ore di differenza per sballare completamente in nostro orologio naturale e darci l’impressione di non arrivare a fine giornata.

Da quando si incomincia ad impostare la sveglia, e le prime levate sono le più faticose, la giornata sembra iniziare a rilento e troppo presto, ci si sente più pesanti del solito e si è stanchi già dal mattino.

Il fattore stanchezza ci porta del disagio che accumulato durante la giornata causa stress, malumore, nervosismo, e senso di incapacità.

Il ritmo va ricondotto ai vecchi orari, ci vuole tempo, ma in qualche giorno il nostro fisico si riadatta a delle giornate impostate sull’orologio e sull’agenda lavorativa.

Ma tutto deve riprendere in modo più naturale possibile, se desideriamo aiutare il nostro corpo efficacemente ed in modo duraturo.

Non dimenticate che l’effetto degli integratori tanto pubblicizzati in tivù sono dei meri palliativi che inducono la nostra mente a sentirci sollevati, più attivi, ciò che avviene spontaneamente senza dover spendere inutilmente del denaro.

Ed è subito dimostrato.

Se il nostro organismo è deficitario e necessita di una determinata sostanza, vi assicuro che il recupero non può avvenire in pochi giorni.

La sensazione di star meglio perché si è preso il tal famoso integratore e semplicemente un’illusione della nostra mente, ci convinciamo del maggior vigore fisico per il prodotto ed il nostro corpo reagisce di conseguenza.

Lo stesso risultato lo si può ottenere senza spendere nulla, semplicemente con la consapevolezza che si riprenderanno i vecchi ritmi vitali entro pochi giorni, dobbiamo soltanto dare il tempo al nostro corpo nell’abituarsi.

La stessa cosa è avvenuta quando siamo andati in vacanza, solo che lo stress da vacanza è meno pubblicizzato dello stress da rientro e nessuna ditta farmaceutica consiglia dei prodotti quando delle sane dormite fanno tutto, perché in vacanza c’è sicuramente più tempo e possibilità di riposare al bisogno.

Ribadisco, se non avete in corso una reale condizione di malattia l’unica cosa che serve è solo un po’ di pazienza ed un positivo pensiero che tutto riprenderà presto spontaneamente.

Anche per chi è rimasto a casa la ripresa settembrina può sembrare stressante.

Agosto è un mese in cui negozi, uffici e attività sono chiusi o sono difficilmente reperibili.

Anche la mente di chi è rimasto a casa entra in una fase di stand-by, e si organizza come se il lavoro e gli impegni fossero rimandati al generale rientro di settembre.

Tutti pertanto siamo soggetti, con intensità diversa, allo stress da rientro.

Ma pazienza, mangiate sano e non preoccupatevi, presto ci lamenteremo dello stress del periodo natalizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *