Gli elementi del grafismo utili alla grafologia

Wellness psicologico e benessere ottimale
15/11/2017
La scrittura legata o slegata
16/11/2017

L’analisi grafologica di uno scritto parte da una valutazioni di alcuni elementi prodromici che precedono l’analisi delle lettere e della loro combinazione spaziale nel testo e sul foglio.

Di seguito vi elenco gli elementi che per ordine valuto ed analizzo prima di procedere ad una analisi del dettaglio della scrittura che si riscontra unicamente nel testo e nella firma.

 

Spazio

 

Per spazio si intende la modalità di occupazione del foglio su cui è steso il testo.

L’uso dello spazio sul foglio è l’immagine e l’essenza di come siamo e come ci presentiamo e cosa proviamo quando lo facciamo

Lo spazio rappresenta un atto sociale di presentazione di se stessi, sia di come si agisce nello spazio e con che modalità esso viene occupato (non solo sul foglio ma sarà identico e corrispondente alla modalità di occupazione nell’ambiente intorno al soggetto, in famiglia, con gli amici e nel lavoro o in qualunque altro ambiente sociale).

Lo spazio rappresenta dunque la capacità più o meno determinata o complessata o problematica del soggetto nella sua presentazione nella società e del rapporto con essa e con gli altri e l’ambiente che lo circonda.

Maggiori sono le difficoltà e disagi con più lo scrivente attuerà due metodi, opposti tra loro ma uniti nella finalità, di contrastare la presenza degli altri e la difficoltà ad affrontare l’esterno.

Il primo metodo è quello di racchiudersi in sé concentrando lo scritto nella parte centrale del foglio e addensandolo tanto da non lasciare spazio, creando l’effetto chiamato insulare.

Oppure potrebbe, se armato di orgoglio e testardaggine ma comunque debole e pauroso nei confronti dell’ambiente, invadere completamente lo spazio sul foglio, in modo che nel suo mondo non ci sia effettivamente lo spazio per nessuna altro, quindi nessuna ingerenza, nessuna critica, che mal sopporta, e nessun confronto, che difficilmente riesce a reggere.

Tutti questi metodi di utilizzo dello spazio sul foglio determinano la prossemica personale del soggetto.

Denota dunque una caratteristica della personalità del soggetto che può essere più o meno socievole, amante della convivialità e della socializzazione lo scritto usato con molto spazio per consentire intrusione di altri pensieri, confronti ma anche permette intrusioni emotive derivanti da altre persone, quindi è disposto a mettersi in gioco senza temere critiche ed osservazioni e senza temere delusioni, perché sa che fanno parte del vivere comune ed in relazione con gli altri.

Oppure una persona riservata, egoista ed accentratrice dello spazio vitale intorno a sé, nelle due modalità insulare ed integrale occupazione dello spazio sul foglio.

L’occupazione totale in fondo anche se può dar sentore di un certo carattere tenace e testardo non esclude la coesistenza di una sensibilità e di una timidezza che a fatica riesce a gestire e che quindi evita evitando la vicinanza stretta con il prossimo, per paura di uscire, di estremo riserbo che nasconde sempre la paura di rapportarsi agli altri in maniera spontanea, trasparente, aperta e senza remore.

Un secondo elemento che nasce dall’uso dello spazio è la creazione dei margini, superiore, inferiore, destro e sinistro, con il rispettivo significato che rimando all’articolo specifico del significato dell’ uso dei margini .

 

Forma

 

La forma della scrittura, cioè se rotonda o rotondeggiante, oppure angolosa ed irta, denotano la personalità in se dello scrivente in rapporto con gli altri e l’ambiente circostante.

Più sarà rotonda la scrittura e più la persona sarà socievole, accogliente, generosa, disponibile altruista, certo senza esagerare con la rotondità perché altrimenti lo scrivente si svuota di elementi compensatori e diventa colui che ha un eccessivo bisogno di attenzione, di considerazione e di sostegno da parte degli altri, che dovranno riempire i vuoti interiori che lo affliggono.

La forma dello scritto comunica l’immagine che un individuo sente all’interno ed esprime all’esterno, le due facciate possono anche non corrispondere come spesso accade, essa è quindi indicativa sia del suo modo di essere che delle sue aspirazioni.

Una grafia più o meno affrancata dal modello scolastico riflette le attitudini al conformismo, all’originalità, alla creatività.

E’ necessario che si evolva in concomitanza allo sviluppo psicologico della persona senza dimenticare le regole apprese, pena il rischio di perdere in chiarezza e comprensibilità.

Le forme personali scelte ci parlano del punto di incontro tra l’ identità della persona e l’ambiente in cui vive e le sue aspirazioni, la sua passionalità e la sua voglia di emergere dal gruppo e di darsi una individualità speciale, particolare, unica.

 

Tratto

 

Il tratto, cioè la traccia che la penna lascia sul foglio, cha può essere lieve, leggera oppure grande e lanoso, esprime quelle caratteristiche dell’essere innate e costituzionali, esterna gli aspetti più profondi della personalità.

Informa se il soggetto è più dedito al pensiero ed alle riflessioni od ispirazioni mentali, oppure se è più materialista ed esigente circa il fatto di essere notato, compreso e capito.

Informa sulla salute psichica e fisica della persona e sempre si deteriora in caso di dipendenze, di malattie organiche o psichiche, o di turbamenti interiori o di disagi che influiscono sul tratto spesso deformandolo, oppure rendendolo incostante e non continuativo quando esprime tali incertezze psicologiche del soggetto.

E’ un indice assai rilevante nelle perizie, in quanto riuscire a contraffarlo è praticamente impossibile.

Necessita di un’attenta analisi e viene studiato nei suoi elementi di pressione, segni di solchi lasciati sul foglio, appoggio, leggerezza, pastosità o nitidezza, curvinearità e rettilinearità, nonché velocità o lentezza, a cui si aggiungono ulteriori indici più particolareggiati.

 

Movimento

 

Il movimento è il “Motore” del gesto grafico o meglio del soggetto in sé, gli da slancio e vita.

Più è veloce e meglio denota un carattere rivolto all’essenzialità delle cose, alla necessità di correre veloce verso una meta e verso la realizzazione di un progetto e quindi da poca attenzione alle forme ma valorizza la sostanza e gli obbiettivi.

Chi invece ha un movimento più lento è più cauto, più pensieroso, più valutativo, ogni decisione deve essere ben ponderata e rivalutata razionalmente, spesso la lentezza denota insicurezza ed incapacità a prendere da solo decisioni più o meno importanti, quindi il rallentamento è una ricerca di aiuto e supporto esterno.

Il movimento nasce da un impulso del tutto inconsapevole, istintivo e spontaneo, è l’elemento più espressivo.

La qualità del movimento consiste nella capacità di padroneggiare i gesti spontanei al fine di stabilire un dialogo vitale tra impulso e controllo.

Quando il movimento dialoga in modo armonico con la forma, l’energia psichica messa in moto può tradursi in un processo evolutivo.

Forma e Movimento integrati producono sinergia tra le variabilità psichiche e attivano possibilità di rinnovamento interiore. (cit. Dizionario di Grafologia, Daniela Serrati, Lasergrafica Polver).

Alcuni tipi di movimento: barrato o sbarrato, dinamico, effervescente, fluttuante, immobile impennato, scorrevole, lanciato, vibrante, tumultuoso descrivono le varie particolarità e caratteristiche che distinguono un soggetto dall’altro nel suo intimo e nella parte interiore.

Ognuno si caratterizza per specifici segni grafologici, con significati precisi che vanno valutati in correlazione agli altri aspetti del grafismo.

In fondo la scrittura è l’immagine di come siamo e per essere letta ogni elemento deve essere distinto valutato e visionato anche nell’insieme di tutti gli altri componenti affinché si possa fare un profilo completo e preciso,in ogni sua caratteristica e particolarità, con le qualità, pregi, ma anche difetti, limiti, timori e disagi che fanno parte del suo essere e che emergono dalla scrittura, perché essa, a differenza di qualunque dialogo parlato, non mente mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *