Non sono tutte buone le mamme del mondo…
06/09/2016
Omaggio a Reshma Quereshi
09/09/2016

Si vive male, diciamolo.

Si vive male, è innegabile.

Le notizie che ti bombardano sul web non rincuorano.

Un piccolo aereo partito da Treviso che precipita in Macedonia.

La guerra che procede al di là del Mediterraneo mentre sulle nostre coste proseguono gli sbarchi dei disperati in centinaia.

L’amministrazione Comunale di Roma, città che ci rappresenta, è al collasso con la Sindaca Raggi che a 2 mesi dalle sue elezioni è già a rischio decadenza per i troppi intrallazzi illegali e le false dichiarazioni per coprirli.

Renzi che rimanda un referendum di cui teme il risultato dopo averci tempestato di pubblicità per mesi, come se al Governo non ci fossero altre urgenze, e che fa continue promesse di aumenti delle pensioni e di riduzione delle tasse, quando sappiamo bene che gli aiuti ai terremotati creeranno immediatamente dei rincari prima fra tutti la benzina.

Ed io che mi ritrovo ad essere tra quelli che in piena crisi economica decidono di aprirsi una nuova partita IVA perché le passioni vanno coltivate e non ho più l’età per rimandare.

Oggi, abbiate pazienza, ma mi sento come il pollo dell’immagine.

Ironia a parte, auguro a tutte le persone che stanno iniziando qualcosa di nuovo, nonostante la crisi e le difficoltà di raggiungere i loro sogni.

Perché fa bene avere un sogno da realizzare.

Fa bene pensare di poter coltivare delle passioni e di rendere il tuo lavoro la cosa più divertente da fare.

Auguri a tutti quanti, sognatori e non.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *